La nuova regola sul fallo di mano continua a creare dubbi e contestazioni, non ultime quelle scatenate da un episodio di Juventus-Bologna dell’ottava giornata. Al 92’ su cross di Skov Olsen diretto verso Palacio, De Ligt interviene in scivolata mancando il pallone con i piedi ma intercettandolo con il gomito sinistro largo. Irrati si affida al silent check di Fabbri e non accorda calcio di rigore, valutando il movimento di De Ligt come congruo alla giocata. Un episodio al limite che avrebbe meritato almeno il ricorso all’on field review.

Irrati non sbaglia coi cartellini. Nel Bologna finiscono sul taccuino dei cattivi Sansone (22’) per un intervento scomposto su Cuadrado, Danilo (84’) per un fallo su Matuidi e Bani (95’) per proteste. Nella Juventus, invece, vengono ammoniti Rabiot (29’) per un fallo su Orsolini al limite dell’area e Betancur (70’) per una trattenuta prolungata ai danni di Sansone.

Voto: 5,5

Sezione: Pagelle&Moviola / Data: Dom 20 ottobre 2019 alle 12:07
Autore: BN Redazione
Vedi letture
Print