Dopo un buon primo tempo, nella ripresa Di Bello inciampa sulla nuova regola del fallo di mano che non pochi problemi di interpretazione creerà alla nostra classe arbitrale. Al 56’, infatti, il direttore di gara non ravvisa un tocco di braccio di Cionek in area biancazzurra e viene richiamato dal VAR. Il fischietto pugliese, dopo qualche secondo di consultazione verbale, va a rivedere l’azione a bordo campo: il braccio è largo e blocca la giocata di Sansone ma incredibilmente Di Bello non assegna il penalty. Corretto, invece, annullare il gol del Bologna del 90’ per offside di Santander. Nel Bologna finiscono sul taccuino dei cattivi gli ammoniti Danilo (39’) e Medel (61’), rei di aver bloccato irregolarmente Di Francesco in entrambe le occasioni, e Santander (83’) per essersi tolto la maglia dopo il gol poi annullato per fuorigioco. Secondo le nuove regole l’ammonizione per questo tipo di esultanza viene mantenuta anche se la rete successivamente non viene convalidata. Nella Spal, invece, vengono ammoniti Missiroli (50’) e Igor (62’) per falli su Sansone. Voto: 5

Sezione: Pagelle&Moviola / Data: Sab 31 agosto 2019 alle 15:05
Autore: BN Redazione
Vedi letture
Print