La Primavera di Luciano Zauri vince 2-1contro la Lazio, nella gara valida per il ritorno dei playout di Primavera 1. Dopo la rete iniziale di Moro, Ruffo Luci su rigore e Rocchi ci permettono la permanenza in categoria.

Il tecnico rossoblù, rispetto alla partita d’andata giocata mercoledì scorso,conferma il modulo, ma cambiando due interpreti: Mollatra i pali; in difesa, da destra a sinistra, Arnofoli, Tosi, Khailoti, Montebugnoli; in mediana, Viviani, Farinelli, Roma; nel ruolo di trequartista Ruffo Luci, dietro alle due punte Rabbi e Vergani.

Nel primo tempo, la Lazio spinge leggermente di più l’acceleratore, alla ricerca del gol che la porterebbe in vantaggio nel doppio confronto: dopo un paio di parate di Molla, con un tasso di difficoltà nemmeno troppo elevato, Rabbi suona la carica per i rossoblù al 21’, anch’esso stoppato dall’estremo difensore biancazzurro. Due minuti più tardi, in fase di costruzione recupera la sfera Coulibaly, primo possesso dell’azione che porta sullo 0-1 gli ospiti, grazie a una serpentina di Moro che trova impreparata la retroguardia di casa. Al 28’, in ripartenza, Farinelli sfiora il pareggio dopo una bella ripartenza gestita da Rabbi, ma il tiro del regista si conclude di pochissimo a lato. Nell’ultimo quarto d’ora, i ragazzi di Zauri cominciano a guadagnare campo, andando anche al tiro con i vari Rabbi e Ruffo Luci, ma senza trovare gioia.

Nella ripresa, gli ospiti abbassano il loro baricentro e, di conseguenza, salgono di giri i rossoblù, molto più pericolosi rispetto alla prima frazione. Il neo-entrato Pagliuca sfiora immediatamente il pareggio al 49’, dopo l’ottimo cross di Viviani a centro area, seguito tre minuti dopo da Khailoti, la cui rovesciata su spegne alta sulla traversa. Al 59’ ci prova anche Farinelli da fuori area, ma è al 63’ che la partita si riequilibra, grazie all’astuzia di Pagliuca nel prendere posizione area, facendosi atterrare e lasciando a Ruffo Luci il tiro dagli undici metri: Dion, con freddezza, spiazza Gabriel Pereira. Dopodiché, le azioni salienti per terminare con un risvolto positivo la partita sono solamente sui piedi rossoblù: in primis Rabbi, che al 67’ sfrutta un lancio dalla difensiva, anticipa il portiere avversario in uscita, senza trovare il tempo di gonfiare la rete. Nel recupero, invece, Gabriel Pereira compie due miracoli: al 91’, Rocchi non segna dopo una bella incursione di Ruffo Luci; due minuti più tardi, il cross di quest’ultimo attaccante è indirizzato verso Pagliuca, il cui colpo di testa viene parato con il piede dall’estremo difensore laziale.

Nel primo tempo supplementare, la prima occasione ghiotta capita al 99’ sui piedi di Cesaroni, murato prima della conclusione; al 105’, su sviluppi di calcio d’angolo Rocchi riesce a gonfiare la rete del 2-1.

Dopo l’1-1 dell’andata, il Bologna rimane in Primavera 1; retrocessa, invece, la Lazio.


BOLOGNA-LAZIO 2–1

BOLOGNA: Molla, Arnofoli, Tosi, Khailoti, Montebugnoli (80’ Annan); Viviani (80’ Maresca), Farinelli, Roma; Ruffo Luci (107’ Motolese), Rabbi (72’ Rocchi), Vergani (46’ Pagliuca).
A disposizione: Prisco, Pietrelli A., Pietrelli R., Raimondo, Cavina, Paananen, Amey.
Allenatore: Zauri

LAZIO: Gabriel Pereira; Novella, Armini, Franco, Ndrecka (11’ Floriani Mussolini); Coulibaly, Bertini, Marino; Shehu (62’ Ferrante); Castigliani (76’ Tare), Moro (76’ Cerbara).
A disposizione: Peruzzi, Magro, Ferro, Zaghini, Santovito, Marino, Cesaroni, Mancino.
Allenatore: Calori

Arbitro: Carrione di Castellammare di Stabia

Marcatori: 23’ Moro (L), 64’ Ruffo Luci (B) su rigore, 105’ Rocchi (B)

Ammoniti: Vergani (B), Shehu (L), Ruffo Luci (B), Coulibaly (L), Tosi (B), Rocchi (B), Novella (L), Franco (L), Armini (L), Annan (B)

Sezione: Settore giovanile / Data: Mar 29 giugno 2021 alle 22:23
Autore: Luca Nigro / Twitter: @@luca_nigro
Vedi letture
Print