Fabio Poli, ex di Lazio e Bologna, al Resto del Carlino della gara tra i rossoblù e i bianconeri di lunedì sera ma soprattutto di Riccardo Orsolini: "Lo vedo bene. Ma penso che debba imparare ad essere più veloce nel leggere le giocate e se possibile anticiparle. In quel ruolo basta perdere una frazione di secondo, i difensori si schierano e diventa tutto più complicato. Il suo destro è da rivedere? E’ più facile che un destro impari ad usare il sinistro che il contrario. Però essere mancini può essere una fortuna in quella posizione del campo. Il sinistro è il piede bugiardo: di solito ti dà imprevedibilità. Cosa renderebbe Orsolini davvero completo? A volte lo vedo un po’ troppo incollato al suo binario. Ma è una cosa che riscontro in tutti gli esterni di oggi, forse è solo cambiato il calcio. Se è già da Juve? Per giocare nella Juve o sei un campione oppure fai fatica. Dipende anche da quanta voglia hai di giocare e quanta di stare a guardare gli altri. Io vedo che oggi Orsolini è da Bologna ed è un calciatore importante di una squadra che sta lavorando per diventare ancora più importante. Fossi in lui mi terrei stretto Mihajlovic, che è un allenatore che ti fa crescere tanto. Se tutti quelli che passano dalle mani di Sinisa migliorano ci sarà un perché. Bologna-Juventus come finisce? Vedo una coda di campionato all’insegna della massima imprevedibilità: vale anche per la partita del Dall’Ara. Di sicuro non amo la Juve e se mi chiedete un pronostico dico che spero che il Bologna faccia uno sghetto!".

Sezione: News / Data: Sab 20 giugno 2020 alle 11:34
Autore: Luca Nigro / Twitter: @@luca_nigro
Vedi letture
Print