Così Sinisa Mihajlovic ha presentato la trasferta di domani sera all'Olimpico contro la Lazio: "Nel calcio ci sono momenti della partita in cui si soffre, ma è proprio in quei frangenti che bisogna essere resilienti e ancora più sfrontati: il coraggio è direttamente proporzionale alla paura. Tutti i gol che abbiamo incassato derivano da errori individuali, visto la nostra superiorità numerica. Fisicamente stiamo bene, questo è forse più un aspetto mentale. Per dare continuità ci vuole tempo, specialmente per un gruppo giovane. La strada, però, è quella giusta. Tra Benevento e Sassuolo avremmo meritato almeno 4 punti. Le prestazioni ci sono, un piccolo campanello d'allarme è relativo ai risultati. Tuttavia con il lavoro, la fiducia e la consapevolezza dei nostri mezzi arriveranno altresì i frutti. L'ambiente è sereno".

Il fulcro della conferenza stampa si sposta sulla condizione dei singoli rossoblù: "De Silvestri sarà della contesa, ha superato la piccola distorsione al ginocchio sinistro. Barrow non è ancora il Musa dello scorso anno. Per un attaccante il gol è fondamentale. Basta una rete per sbloccarsi. Orsolini è falcidiato da alti e bassi. Palacio svolge i compiti di ordinaria amministrazione. Soriano, invece, sta andando a gonfie vele. Hickey mi piace, ha coraggio. Domani marcherà Immobile: il centravanti biancoceleste ha le medesime caratteristiche di Lapadula e Caputo, loro non vanno a saltare, sfilano sul secondo palo e giocano più di furbizia. Skorupski? Ci sono portieri che giocano meglio con i piedi, al contempo ci sono estremi difensori che tra i pali sono peggiori. È migliorato, non diventerà mai Reina, bensì cerca di mettere in pratica il nostro credo".

Nell'ultima trance del discorso prende quota il focus sulle cinque sostituzioni: "Le squadre più attrezzate sono quelle più avvantaggiate dai cambi a gara in corso. Noi come tante altre compagini, specialmente adesso che quattro pilatri sono out, non abbiamo delle pedine che ti offrono lo stesso apporto dei titolari".

Sezione: News / Data: Ven 23 ottobre 2020 alle 14:57
Autore: Luca Nigro / Twitter: @@luca_nigro
Vedi letture
Print