Emilio De Leo e Miroslav Tanjga alla vigilia della contesa casalinga con il Brescia sono interventi in conferenza stampa. Di seguito le loro parole.

De Leo:I tifosi meritano una vittoria anche al Dall’Ara. Veniamo dal successo di Ferrara, l’obiettivo è quello di dare continuità al risultato di sabato scorso. Innesti di mercato? La società conosce le nostre esigenze a medio-lungo termine. Affinché la rosa sia completa aspettiamo i rientri in difesa. Denswil si accinge a tornare a disposizione. Paz ha fatto vedere che quando viene chiamato in casa risponde presente. Con Tomiyasu ai box per squalifica dovremmo reinventarci lo schieramento arretrato". Il Brescia ha ottenuto 10 punti, sui 15 totali, in trasferta. L’attenzione è più amplificata? "La comitiva lombarda con Corini ha mostrato di essere un team organizzato, specialmente sull’asse centrale. Essere compatti e attenti, dunque, diventa l’imperativo. Impostiamo l’incontro sul ramo della qualità, dove crediamo di essere migliori e stronchiamo sul nascere le loro transizioni. Il girone di andata? Abbiamo sempre messo in secondo piano gli interessi personali, focalizzando il pensiero sempre al nostro allenatore. Siamo orgogliosi del percorso che abbiamo fatto, e i ragazzi devono essere ricordato per la professionalità che hanno dimostrato. Panchina d’oro? È un augurio che facciamo a Sinisa. Non sarebbe solo un valore simbolico, credo che qui si sia svolto un lavoro eccelso. Sarebbe un adeguato riconoscimento. Dzemaili? Voglio ringraziare Blerim, è un uomo speciale. Mi piace sottolineare come umanamente ci abbia dato una grossa mano, in primis in estate“.

Tanjga: Mihajlovic? Eravamo a conoscenza del suo rientro in ospedale, non è stata una sorpresa. Lotteremo altresì per lui, vogliamo fare il salto di qualità. Brescia? Si presenterà al Dall’Ara per giocarsi le sue carte. Noi desideriamo continuare il percorso di crescita. Loro prediligono le sfide in trasferta. Schouten? Da quando è arrivato si è dimostrato un grande professionista e sta facendo vedere le sue potenzialità. In questo momento sta raccogliendo tutto quello che ha seminato. Barrow? È un giovane versatile, sta crescendo a vista d’occhio e può spaziare in tutti i ruoli del reparto offensivo".

Per leggere l'intero report clicca su questo LINK.

Sezione: News / Data: Ven 31 gennaio 2020 alle 12:20
Autore: Francesco Livorti
Vedi letture
Print