Dopo il pesante ko subito a San Siro contro l'ottimo Milan di Stefano Pioli, il tecnico del Bologna Sinisa Mihajlovic ha commentato la gara ai microfoni di DAZN: "Oggi non siamo entrati in campo, si è capito subito. Non c’è nulla da commentare. Accettiamo le critiche, ci vergogniamo e chiediamo scusa a tifosi e società. Non c’è stata partita, sono deluso: bisogna capire cosa vogliamo fare da grandi e fare le scelte per il prossimo anno. Se ci basta arrivare a metà classifica e salvarsi con anticipo possiamo rimanere così, ma se vogliamo qualcosa di più eccitante bisogna cambiare atteggiamento, dopo stasera è chiaro a tutti. Devo dire che non era difficile crescere dopo il secondo gol, era più difficile fare peggio di quanto mostrato sino a quel momento e ce l'abbiamo fatta. Purtroppo noi siamo questi, se non siamo lucidi e non velocizziamo rischiamo di fare brutte figure come quella di oggi. Se cambiamo qualche pedina importante poi perdiamo le misure e non siamo più noi stessi. Dobbiamo migliorare in tanti aspetti. È sempre bello venire a San Siro anche se con i tifosi è tutta un'altra cosa. Ibra? Non abbiamo parlato di calcio ma di altre cose come fanno due buoni amici. Se uno come lui servirebbe a questo Bologna? Non ho capito la domanda, anzi non rispondo (ride)".

Sezione: News / Data: Dom 19 luglio 2020 alle 00:01
Autore: Tiziano De Santis
Vedi letture
Print