Moviola di Udinese-Bologna: gestione inadeguata dei cartellini

di Federica Trerè
30.09.2019 08:51 di BN Redazione   Vedi letture

Giua fatica a gestire una partita ostica e molto fisica il cui nervosismo aumenta a causa di una gestione dei cartellini non adeguata.

Nel primo tempo, conclusosi con oltre 20 falli fischiati, vengono ammoniti solo Samir (16’) per un fallo su Orsolini e Okaka (41’) per una trattenuta sempre ai danni dell’ex Juventus. Okaka aveva già rischiato il giallo al 22’ per un duro intervento su Denswil, cavandosela con il solo richiamo verbale. Al 61’ rischia nuovamente l’ammonizione per un gomito alto che colpisce alla gola Denswil. Sarebbe stata espulsione per somma di cartellini ma Giua lo grazia permettendo all’Udinese di continuare la partita in undici. Tudor capisce subito l’antifona e cambia Okaka con Lasagna.

Al 79’ il fischietto sardo grazia anche Samir, non sanzionandolo con il secondo giallo dopo che aveva atterrato fallosamente Skov Olsen al limite dell’area.

Nell’Udinese finiscono sul taccuino del direttore di gara anche Troost-Ekong (77’) per una manata a Santander e Nestorovski (85’) per un fallo su Palacio.

Nel Bologna, invece, vengono sanzionati con il cartellino giallo Soriano (55’) per un fallo su Jajalo, Bani (75’) per un intervento irregolare su Nestorovski e Skorupski (85’) per una spinta a Nestorovski a gioco fermo. A fine partita Soriano si guadagna un rosso diretto per proteste.  

Voto: 5