Le pagelle di Lazio-Bologna: Orsolini decisivo, Palacio intramontabile

20.05.2019 22:49 di Luca Nigro   Vedi letture

Skorupski 5,5 - Sui primi due gol è incolpevole, forse poteva fare meglio sulla punizione di Milinkovic-Savic. Mezzo punto in più per un paio di uscite decisive. 

Mbaye 6,5 - Partita diligente, nel finale salva in compartecipazione con Lyanco su Immobile. Intervento decisivo. 

Danilo 5,5 - Nel primo gol laziale di Correa ha grosse responsabilità. Non lucido come nelle ultime uscite. 

Lyanco 6 - Sbaglia tanti appoggi, un pò morbido nelle marcature. L'intervento salva risultato sul tiro di Immbobile gli vale la sufficienza. 

Dijks 6,5 - Quando spinge Romulo va costantemente in sofferenza. 

Poli 6,5 -  Nella prima mezzora è impreciso ma la rete che riagguanta la Lazio all'alba del secondo tempo è fondamentale ai fini del risultato. Dall'80' Dzemaili s.v. - Ha il tempo di entrare e di assistere dal campo al gol di Milinkovic. 

Pulgar 6,5 - Come Poli nella prima frazione è abbastanza discontinuo. Sale decisamente di tono nella ripresa. 

Orsolini 7,5 - Si muove tanto mettendo in difficoltà Lulic. Sfiora il vantaggio sullo 0-0, poi la rete del pari. Riesce a bucare la porta di Guerrieri con una bella e intelligente girata al volo in mischia. Un gol che di fatto regala la salvezza al Bologna. Otto centri stagionali è tanta roba per un giocatore partito inizialmente dalle retrovie. Decisivo. 

Soriano 6 - Da collante tra centrocampo e attacco, non riesce ad incidere come può. 

Palacio 7 - Altra prestazione sontuosa dell'argentino: due assist, tanta corsa e giocate pregevoli. Nel finale è generoso nel rinculare all'indietro. Esce esausto. Intramontabile. Dal 90' Krejci s.v. - Pochi minuti per lui. 

Destro 7 - Per tutto il primo tempo si vede pochissimo, poi fa il suo dovere nella ripresa. Gol da pochi passi e assist per Orsolini. Rigenerato. Dal 71' Santander 5,5 - Cerca di far salire la squadra tenendo palla ma non sempre ci riesce. 

Mihajlovic 7 - Stasera il suo Bologna ha giocato in prevalenza nella metà campo avversaria ma nel primo tempo con poca lucidità. Al rientro dagli spogliatoi, è tutta un'altra squadra. Un pari che vale una salvezza preziosa dopo una ricorsa incredibile. E' lui l'artefice indiscusso di questa impresa.