Moviola di Genoa-Bologna: pioggia di cartellini e qualche episodio dubbio in area

di Federica Trerè
17.09.2018 12:00 di BN Redazione articolo letto 272 volte

Banti si trova a gestire una partita nervosa e particolarmente ricca di falli, conclusasi con 7 cartellini gialli, di cui 5 accordati al Bologna, e un’espulsione tra le fila rossoblù. Finiscono sul taccuino del direttore di gara gli ammoniti Destro (2’) per una bruttissima entrata su Bessa, Dijks (39’) per un fallo su Piatek, González (57’) per uno spintone a Pandev, Dzemaili (61’) per proteste e Bessa (66’) per una trattenuta ai danni di Poli. Sul finale si accende una rissa nella metà campo rossoblù in seguito ad un fallo su Romulo. Banti è costretto a prendere i giusti provvedimenti disciplinari: espelle Pulgar, reo di aver innescato la miccia, e ammonisce Marchetti e Skorupski.
Al 16’ non c’è calcio di rigore per i rossoblù nello scontro Spolli-Okwonkwo. Il VAR avvalla la decisione del direttore di gara che lascia proseguire il gioco senza accordare il penalty.
Qualche dubbio invece per una spinta di Pulgar a Pandev in area nel primo tempo. L’irregolarità questa volta sembra esserci. Banti commette inoltre imprecisione sui falli, come ad esempio non aver fermato il gioco al 25’ per evidente fallo di González su Pandev.

Voto: 5,5