Moviola di Bologna-Cagliari: mano valutata involontaria sul rigore e cartellini imprecisi

di Federica Trerè
 di BN Redazione articolo letto 486 volte

La Penna fatica a gestire partita e giocatori, in un'escalation di nervosismo resa evidente anche dai numerosi cartellini gialli, otto, accordati alle due squadre.

Tra le fila del Cagliari vengono ammoniti solo Ceppitelli (46') per una trattenuta ai danni di Palacio al limite dell'area e Barella (57') - diffidato - per un brutto fallo su Pulgar. Nel Bologna, invece, sono sei i giocatori sanzionati col giallo: Destro (30') colpevole di un gomito alto su Ceppitelli, De Maio (44') per un duro intervento su João Pedro, Palacio (63') per un intervento in ritardo su João Pedro, Maietta (65') per un fallo su Pisacane, Poli (66') per simulazione e Mirante (85') per proteste (nb. il fallo di Barella su Mbaye per cui il portiere rossoblù chiedeva il giallo non si configurava come un fallo da ammonizione). Poli era diffidato e salterà la prossima gara contro il Milan.

Al 67' Mbaye, atterrato da João Pedro, reagisce assestandogli un calcio in pancia a gioco fermo. Poteva essere espulso per condotta violenta ma viene solo richiamato dall'arbitro.
Poco dopo la metà del primo tempo il Bologna protesta vivacemente per un presunto fallo di mano di Ceppitelli su colpo di testa di Palacio. Il pallone, probabilmente deviato dalla testa del difensore del Cagliari, parte da una distanza molto ravvicinata (pallone inaspettato), mettendo in discussione la volontarietà del braccio di Ceppitelli.

Al 23' è corretto annullare il gol del Bologna per offside di Verdi su assist di Poli.

Voto: 4,5