Le pagelle di Bologna-Sampdoria: Pulgar sontuoso, Soriano poco lucido

20.04.2019 17:19 di Luca Nigro   Vedi letture

Skorupski 6 - Una sola parata degna di nota su Defrel quando ormai il risultato è acquisito. 

Mbaye 6,5 - Compie il compito assegnatoli con diligenza e senza sbavature. Da quella parte i genovesi faticano ad affondare. S’immola su Ekdal evitando cosi il possibile ritorno della Sampdoria.

Danilo 7 - Annulla Quagliarella, domina nel gioco aereo. Dall'88' Helander s.v. - Regala la standing ovation al compagno. 

Lyanco 6,5 - Gioca spesso d'anticipo, veloce di pensiero. Bravo in rifinitura.

Krejci 6,5 - Schierato al posto dello squalificato Dijks, il ceco cancella la brutta prestazione di Bergamo con una buona prova in entrambe le fasi. Suo l'assist per il terzo gol siglato da Orsolini. 

Pulgar 7,5 - Partita sontuosa quella del cileno. Mette lo zampino sulla prima rete calciando una punizione che sbatte sulla traversa. Raddoppia con una parabola che beffa Audero, regala lanci e cambi gioco di 40 metri perfetti. Piede caldo e raffinato. 

Dzemaili 6,5 - Il Var gli toglie la gioia di un gol bellissimo ma lo svizzero non si scompone e gioca una gara di alto livello. Dal 76' Poli 6 - Aiuta in copertura, prezioso per il finale di gara.

Orsolini 6,5 - Audero nel primo tempo gli dice no per ben due volte, alla terza il regista ascolano beffa il portiere blucerchiato con una sforbiciata al volo bella ma non irresistibile.

Soriano 6 - Degli undici in campo oggi è quello che convince meno. Sbaglia due gol facili nel primo tempo, impreciso al tiro. Meglio in fase di copertura. Poco lucido. Dall'86' Donsah s.v. - In campo a giochi fatti.

Sansone 6,5 - Impreciso al tiro ma corre per tutta la fascia e nella ripresa è prezioso con i sui strappi.

Palacio 6 - L'argentino corre come al solito su tutto il fronte d'attacco ma rispetto alle ultime partite è poco lucido, soprattutto in rifinitura.

Mihajlovic 7 - Ha preso in mano questo Bologna con un piede e mezzo in serie B e in quasi tre mesi lo ha portato a + 5 dall'Empoli terzultimo. Se i rossoblù oggi giocano alla pari con tutti e hanno una delle medie più alte della serie A, il merito è soprattutto suo.