Le pagelle di Bologna-Napoli: Santander doppietta da rapace, Palacio delizioso

25.05.2019 22:35 di Luca Nigro   Vedi letture

Skorupski 6 - Primo tempo da spettatore, non può nulla sui due gol del Napoli. 

Mbaye 5,5 - Timido e mai propositivo, quando gli azzurri si presentano dalle sue parti non trasmette quasi mai sicurezza. Non è un caso che le due reti del Napoli arrivino entrambe dalla sua parte. 

Danilo 6 - Governa la difesa con la solita leadership dimostrata durante la gestione Mihajlovic. 

Lyanco 6 - Sicuro come il compagno di reparto, per poco non sblocca il match con un bel colpo di testa. 

Dijks 6,5 - A differenza di Mbaye non ha paura a solcare la fascia, specie nel primo tempo. 

Dzemaili 6,5 - Oltre al gol, tanti strappi che mettono in difficoltà la mediana del Napoli. A tratti si è rivisto lo Dzemaili dei bei tempi. Dall'83' Svanberg 6 - Entra e mette lo zampino nel gol vittoria di Santander. 

Pulgar 6 - I suoi piazzati sono sempre pericolosi, bravo nel dare una mano alla squadra in difesa quando serve. 

Orsolini 5,5 - Sulla valutazione del suo match, pesa l'errore sull'assist di Palacio che avrebbe potuto sbloccare prima la gara in favore dei rossoblù e inoltre si perde colpevolmente prima Ghoulam sul 2-1 e poi Younes sull'azione che porta il Napoli al momentaneo pareggio. 

Soriano 6 - Solito collante tra centrocampo e attacco, uno dei più rigenerati dalla cura Mihajlovic. Dall'83' Destro s.v. - Partecipa alla festa finale. 

Palacio 7 - L'assist per Santander vale da solo in prezzo del biglietto all'interno di una partita stratosferica dal punto di vista della qualità e generosità. Peccato solo per il gol al Dall'Ara che continua a mancare: ci riproverà l'anno prossimo? Dall'86' Krejci s.v. - Regala la standing ovation meritata al compagno.

Santander 7 - Alla solita lotta, aggiunge i due gol che aprono e chiudono la partita e che almeno per una notte il Bologna al decimo posto. Rapace.

Mihajlovic 7,5 - Settima vittoria in casa consecutiva, l'ennesimo capolavoro che gli vale anche il coro di tutto il Dall'Ara: "Resta con noi, Sinisa resta con noi". Ripartire dal tecnico serbo sarebbe la miglior garanzia possibile per la stagione che verrà.