Le pagelle di Bologna-Atalanta: Mirante il migliore, Verdi luci e ombre

11.03.2018 17:29 di Luca Nigro articolo letto 347 volte

Mirante 6 - Respinge i tiri di Freuler e Ilicic, bella la parata finale su Toloi. Incolpevole sul gol di De Roon. Il migliore. 

De Maio 5,5 - Parte bene come tutto il Bologna, nella ripresa cala vistosamente. Spinazzola e Gomez lo mettono in difficoltà.

Romagnoli 5 - Perde il duello con Petagna, non dà mai sicurezza alla linea e sbaglia spesso in appoggio.

Helander 5,5 - Dei tre di difesa è il migliore. Respinge un tiro di Gomez allo scadere del primo tempo immolandosi con la schiena. Come i compagni però, cala alla distanza. 

Di Francesco 6 - Lotta sulla fascia con Spinazzola, contiene bene e costringe spesso l'avversario al ripiegamento. Reclama un rigore sul finire del primo tempo. Dal 60' Krafth 4,5 - Rientra dopo un pò di settimane e non dà nulla ne in fase di possesso ne in proiezione offensiva. Irritante. 

Donsah 5,5 - Due buone diagonali difensive nel primo tempo, qualche strappo alla sua maniera. Tanti errori però quando ha palla al piede. Spreca un'ottima ripartenza. 

Pulgar 5 - Corre tanto come al solito, spesso lo fa a vuoto. Rimane troppo basso e non chiude colpevolmente su De Roon in occasione del gol atalantino. Rimane a guardare, non è da lui. 

Dzemaili 5,5 - Due buone verticalizzazioni, esce dopo una testata con De Roon. Dal 27' Nagy 5 - Entra bene in campo, poi inizia a sbagliare qualche palla di troppo. Ha gamba ma il più delle volte corre in modo disordinato. Arruffone. 

Masina 6 - Poche sbavature in fase difensiva, più di una sgroppata in avanti che per poco non gli vale la gioia del gol. Altra buona prova come quinto di centrocampo.

Verdi 5,5 - Nel primo tempo gioca ai suoi livelli. Sfiora il vantaggio su punizione e regala una bella palla ad Avenatti. Con il passare dei minuti cala e perde lucidità. Non è al meglio e si vede.

Avenatti 5,5 - Si impegna e fa a sportellate con Palomino. Spreca una ghiotta occasione di testa da ottima posizione, Berisha ringrazia. Poteva fare decisamente meglio. Dal 74' Destro s.v. - Applaudito al suo ingresso in campo non riceve un palla giocabile. 

Donadoni 5 - Insiste con il 3-5-1-1 schierando Avenatti titolare e lasciando Destro inizialmente in panchina. Per più di mezz'ora la sua squadra si fa preferire all'Atalanta. Nella ripresa i suoi abbassano troppo il baricentro lasciando campo agli avversari. I cambi stavolta non lo aiutano, forse troppo tardivo l'inserimento di Destro.