Poli: “Contro lo Schalke atteggiamento giusto. Europa? Rimaniamo coi piedi per terra”

29.07.2019 23:16 di Luca Nigro Twitter:    Vedi letture

Andrea Poli al termine dell’amichevole vinta con lo Schalke 04, ha parlato dei microfoni dei giornalisti presenti: “Indipendentemente dalla mia assenza, nella prima partita avevamo sbagliato atteggiamento. Siamo tutti importanti e non sono parole che dico per falsa umiltà ma perché abbiamo interpreti che possono giocare tutti e danno tanto alla squadra: nessuno è imprescindibile ma ci mettiamo tutti a disposizione della squadra. Oggi abbiamo fatto bene contro una squadra di Bundesliga ma c’è ancora tanto da fare e da migliorare. La mia condizione?  In questa prima parte di ritiro ho avuto dei problemi di tipo fisico, una borsite che mi bloccava e non mi permetteva di spingere. Con l’aiuto dei fisioterapisti stiamo cercando di arginare il problema e mi sento meglio: qualche volta mi da ancora fastidio ma sono riuscita a fare un’ora di gioco fatta bene. Il reparto difensivo? Ci sono molti giocatori arrivati da poco: Denswil e Tomiyasu stanno imparando adesso gli automatismi e hanno fatto una buona partita. Non è facile arrivare da altri campionati e mettersi subito a disposizione come hanno fatto loro, con grande professionalità. Mihajlovic?  Ci manca tutti i giorni, cerchiamo di continuare il lavoro che facevamo con lui e che proseguiamo tutti i giorni. La prima di campionato? Il Verona è appena tornato in serie A quindi sarà uno stadio caldo è una partita difficile: solo alzando la concentrazione adesso saremo pronti quando scenderemo in campo. Obiettivi stagionali? Dobbiamo migliorare, pensare partita per partita e dare continuità. Sento parlare di Europa e di grandi obiettivi: la verità è che dobbiamo restare con i piedi per terra e migliorare partita dopo partita. Non ci dobbiamo imporre obbiettivi troppo importanti ma fare come l’anno scorso, vivendo una giornata alla volta e dando tutto ogni partita. Poi i risultati ci diranno di che pasta siamo fatti. Fare troppi voli pindarici non va bene”.