Mihajlovic: “Grande prestazione e pubblico meraviglioso”

13.05.2019 22:12 di BN Redazione   Vedi letture

Dopo la vittoria sul Parma, Sinisa Mihajlovic ha espresso soddisfazione gratitudine nei confronti dei suoi giocatori. “Quando sono arrivato l’ho detto da subito che la salvezza passava dalle partite giocate in casa. È dal 2002 che il Bologna non vinceva sei partite in casa consecutive: allora furono sette, quindi abbiamo l’occasione di pareggiare i conti. Al di là di questo abbiamo vinto giocando bene: forse oggi è stata la migliore partita che abbiamo fatto, creando tante occasioni da gol e non rischiando mai. Non c’è stata partita e questo è merito dei ragazzi: loro sono consapevoli che se giocano come sanno fare, con questa mentalità si portano a casa tante partite. Nel primo tempo. Sul potenziale decimo posto: “Io sono uno che si pone sempre degli obbiettivi, e se lo raggiunge si pone subito l’obbiettivo successivo. Ancora non siamo salvi, ci manca poco. Dobbiamo fare tutto il possibile per prendere ancora tutti i punti possibili perchè c’è differenza tra salvarsi quindicesimi o undicesimi. Se lunedì dovessimo giocare con la salvezza già raggiunta, l’obbiettivo diventa prendere le squadre che sono a pari punti o ci stanno davanti”. Sul debutto di Corbo: “A me piace far giocare i giovani se posso permettermelo. Oggi volevo metterlo prima ma il gol subito mi ha fatto aspettare un altro po’. Grandi secondi tempi? Fisicamente stiamo bene. Non è un caso che nelle prime settimane abbiamo avuto qualche infortunio, perchè i ragazzi non erano abituati ai ritmi che chiedo io. In Serie A bisogna correre, altrimenti io avrei potuto giocare fino a cinquant’anni.” Sui cori e l’affetto del pubblico a fine partita: “A un allenatore non capita spesso di sentire e vedere simili dimostrazioni d’affetto: è una grande riconoscenza del lavoro svolto. I tifosi devono applaudire sopratutto i ragazzi, perchè alla fine in campo ci vanno loro. Io ho fatto il mio e ho cercato di trasmettere il mio calcio, loro sono stati bravi a capirlo da subito. Il pubblico poi è sempre stato meraviglioso e vicino alla squadra: il merito è anche suo”.