Da Costa: "Tutti uniti con Mihajlovic. Skov Olsen? Non si può dire di no al Bologna"

16.07.2019 20:46 di Luca Nigro Twitter:    Vedi letture

Angelo Da Costa ha parlato oggi dal ritiro di Castelrotto. Ecco le sue parole, si comincia da Mihajlovic: "Ci siamo uniti tanto e proprio per questo abbiamo sentito ancora di più la botta. Io lo conosco da tempo e il mio rimpianto è di non averlo avuto prima perché con la sua mentalità avrei potuto fare qualcosa di più in carriera. Non è stato facile assorbire la notizia, da una parte soffriamo, ma ci ha insegnato talmente tante cose buone che non possiamo non lottare in campo e con lui. Ci siamo parlati tra di noi e con lo staff e abbiamo preso un impegno morale con noi stessi, con Bologna e con Mihajlovic. La squadra? Questo è sicuramente il gruppo più forte con il quale sono stato in ritiro. Obiettivi? Vedere certi acquisti e conferme ti dà tanta forza mentale. Partiamo con un gruppo già formato e migliorato. Io dico sempre che il mio obiettivo sarebbe raggiungere l’Europa, ma quest’anno è quello di giocarcela con tutti. Essendo qui da tanto tempo, posso dire che ogni anno c’era qualcuno che voleva andare via a fine o a inizio stagione. Quest’anno non succede, tutti vogliono venire a Bologna. Il contratto? Sono in scadenza quest’anno ma non ho ancora parlato con la società. Adesso non ce n’è bisogno, io cercherò di dare il massimo e a fine anno ci riparleremo. A Bologna sto benissimo e la mia volontà è di rimanere. Skov Olsen? Avrà le sue ragioni per essere dubbioso, io che sono qua da tanto non riesco a capire come si faccia a dire di no al Bologna. Posso solo dirgli che se viene troverà un posto fantastico, un gran tifo e una città meravigliosa con un gruppo accogliente. Lo sanno tutti che questo è un bel posto con uno spogliatoio sano, in tanti vorrebbero venire. Non se ne pentirebbe”.