Bigon: "Sconfitta che fa male. Nessuna rivoluzione, Verdi sempre nota positiva"

13.05.2018 18:43 di BN Redazione articolo letto 2025 volte

Ecco le parole di Riccardo Bigon nel postpartita: “Nella prima mezz’ora abbiamo avuto tante occasioni, ma la verità è che i gol vanno fatti. L’atteggiamento della ripresa non è stato comprensibile, ci siamo disuniti dopo il gol di Giaccherini e questo non ci può stare. Veniamo da una sola vittoria nelle ultime undici partite: il dato è deludente e ci fa provare la sensazione di una squadra salva con anticipo che però non ha tratto da questo la forza per aumentare il punteggio in classifica. Finire così, perdendo l’ultima in casa, ci fa male: volevamo raggiungere stasera quota 42 e i ragazzi sono molto giù per come è andata. Fino a febbraio ero soddisfatto dell’annata, perché siamo sempre stati fuori dalle posizioni pericolose, e lì però non è scattato lo stimolo per puntare a quota 50 come sarebbe dovuto essere. A campionato finito faremo una valutazione di tutti, me compreso. Rivoluzioni non ne vedrete finché io sarò il DS: cercheremo di migliorarci con ritocchi giusti. Una nota positiva è sempre Verdi, che raggiunge oggi la doppia cifra sia di gol che di assist: numeri da giocatore importante e questo è un suo grande merito. Poi oggi anche lui era molto deluso e arrabbiato. Ringraziamo i tifosi sempre vicini a noi da inizio anno, la Curva in particolare anche oggi ci ha sempre sostenuto e il loro tifo non è mai mancato. Siamo molto dispiaciuti per questo finale di campionato”.